giovedì 24 giugno 2010

Hai perso un’altra occasione buona, stasera…(per tacere)


No, davvero bimbi, ve lo dico col cuore.
Quando proprio non vi viene in mente nulla di intelligente da dire, tacete.
Specie se in testa vi vengono solo domande idiote, state zitti.
Magari riuscite pure a spacciarvi per tenebrosi dall’animo tormentato.
Ma soprattutto, eviterete di fare la figura dei coglioni.
Perché davvero non ce la fate una gran figura, quando dopo aver fatto all’amore ci chiedete come è andata.
Cosa vi aspettate che rispondiamo?

La tenuta di strada è nella media, la retromarcia forse andrebbe migliorata, nel complesso il rapporto qualità-prezzo è soddisfacente?

O anche, Mirko coi preliminari è decisamente meglio, ma tu sei una spanna sopra a Matteo, Luca e ora che ci penso pure a Giovanni?

Dai, su, siamo seri.
In fondo basta poco. Basta metterci un po’ di attenzione in quello che fate.
Fabry per esempio, dopo anni e anni di scrupolosa e scientifica osservazione del fenomeno, capisce quando una donna è in dirittura d’arrivo guardandole i piedi; quando li inarca è fatta!
Ci ha anche provato a spiegarmi il movimento esatto.
Solo che a me veniva da ridere, immaginandolo in certi frangenti a tenere costantemente d’occhio le estremità inferiori della tipa di turno.
Un po’ come quando sei davanti al semaforo con l’occhio incollato al verde, giocando di frizione e acceleratore intanto che aspetti il segnale di via libera per partire a tutto gas!

No, davvero bimbi, ve lo dico col cuore.
Quando proprio non vi viene in mente nulla di intelligente da dire, tacete.
Specie se in testa vi vengono solo domande idiote, state zitti.
Mica per niente, è che poi ci mettete in difficoltà.

Perché se una donna, dopo essere venuta a cena con voi, declina l’invito a proseguire la serata anche solo per un gelato adducendo una botta di sonno improvvisa, e non si mostra particolarmente entusiasta quando le proponete di telefonarle l’indomani, si aspetta che ci arriviate da soli a trarre le dovute conclusioni.
Di sicuro non si aspetta che la chiamiate per chiederle come è andato l'appuntamento.
Cosa volete che vi risponda, la poverina?
Che a un certo punto della serata si è accorta che di profilo assomigliate a un ranocchio ma non è abbastanza temeraria da baciarvi per vedere se vi trasformate in un principe?
Che se continuava a rifilare una battuta via l’altra non era perché si sentiva particolarmente a suo agio, quanto perché meglio ridere delle proprie stronzate piuttosto che fingere di trovare divertenti quelle altrui?
Macchè! Non si può essere così crudeli. Non subito, almeno.

No, davvero bimbi, ve lo dico col cuore.
Quando proprio non vi viene in mente nulla di intelligente da dire, tacete.
Specie se in testa vi vengono solo domande idiote, state zitti.
Mica per niente, è che almeno ci lasciate qualche dubbio, piuttosto che un’unica, desolante certezza.

13 commenti:

petrolio ha detto...

questo post varrebbe la partita, mi dispiace solo che non sia quello del 90 il mondiale, perché sinceramente quello del 2006 e quello di quest'anno faccio poca fatica a non vederlo. Oggi, poi, sono senza computer, sto girando tutti i post dei blog dei miei amici, e sto facendo una fatica perché la tastiera del mio fratellino/collega è tarato su digita i tasti a uno a uno e non da dattilografa professionista quale io sono!!!!
M E R A V I G L I O S O!!!!! Bellissimo e significativo, riassume in poche battute senza far fatica quello che di solito si pensa e raramente si riesce a dire! Cioè io a volte l'ho detto e avrei preferito che la voce girasse cosicché non fossi costretta a ripetermi! Com'è andata? "Mah… se non avessi controllato a intervalli di 5 secondi che l'erezione fosse corretta, non avrei badato molto alla tua imbranataggine nell'indossare il bavaglino!" cose da pazzi!

p.s. già la vedo musicata, hai già messo il ritornello Dada, facci un pensierino! un bacio

Dada ha detto...

quando ho letto "controllato a intervalli di cinque secondi che l'erezione fosse corretta" mi sono ribaltata dal ridere.
hai presente quando si controlla la cottura dell'arrosto? ecco :)

meno male che sto in ufficio da sola, va...

petrolio ha detto...

ecco proprio dei salami, brava! Ma dov'eri Dada mia? In un altro post m'è capitato di commentare dicendo che io incontro sempre donne galline… tranne che qui in internet! Ecco perché sono più in sintonia con amici uomini nella vita reale… naturalmente non come quelli soggetti/oggetti del tuo post! chissà se ci incontreremo mai io e te, mannaggia… cmq in caso NO, teniamoci in contatto almeno così! baci baci baci non so quanto riuscirò a rubare la postazione a mio brother, già scalpita!

Dada ha detto...

uguale.
infatti me ne sto sempre per fatti miei, che i pollai non tanto mi aggradano. ogni tanto poi prendo un treno o un aereo, e le vado a trovare le mie donne, quelle per cui vale la pena :)

io e te non siamo poi cosi lontane, mio figlio è stato dalle tue parti qualche settimana fa. magari, la prox volta, mi infilo nel suo zaino... :)

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Ottimo post sui danni che possono causare persone prive di cervello con le loro domande assurde o inutili o peggio ancora assurde ed inutili. Anche se mi sento chiamato in causa sul fatto del profilo da ranocchio... Potevi fare un esempio senza tirarmi in ballo, lo so da me che sono brutto, anche quando non mi metto di profilo! :D TI ODIO! :D

Inneres Auge ha detto...

Interessante. Quasi poetico questo post

Ragno ha detto...

Vabbè però dopo il sesso potreste anche dirci subito "sei stato fantastico".
Cosa cazzo vi costa dai???

Tyler Durden ha detto...

il fatto che continui a rivolgerti col plurale "bimbi" fa sorgere in me una domanda scontata: ma quanti minorenni avevi a letto con te l'ultima volta ?!????

amelia ha detto...

Bentornata! :D

Dada ha detto...

@ rospo: non facciamo di tutti i ranocchi uno stagno, plis!ci sono ranocchi e ranocchi.

@ Ragno: oh, ma lo diciamo. a patto che lo sia, fantastico!

@ Amelia: non ancora, non del tutto, sto solo sgranchendo le dita per il momento. bentrovata :)

massimo ha detto...

Ricordo ai più una sola frase: "Amore a cosa stai pensando?"
E ho detto tutto...alla totò :)


propongo di barattare uno "state zitti" con uno "stiamoci zitti"... ci stai?

Dada ha detto...

@ massimo: anche quella, è una domanda cretina. che ti costringe a inventarti su due piedi una risposta plausibile diversa dal "non sto pensando a niente, amore". il che è quasi sempre vero, ma è una di quelle verità che l'altro non vuole accettare, per cui continuerà imperterrito a chiederti a cosa stavi pensando finchè o ti inventi qualcosa, o lo mandi a quel paese.

ci sto. per un salutare, rilassante, riposante silenzio. ci sto. dove devo firmare?

massimo ha detto...

no niente firme, non sono La Repubblica.
Facciamo come una volta...stretta di mano.