mercoledì 9 giugno 2010

Carta bianca



Dunque, è estate.
Tornano le zanzare, la signora Pina da oggi tiene aperta bottega anche al mercoledì pomeriggio, sui marciapiedi spuntano i primi articoli per il mare, si rivedono in giro le solite facce nuove, cambia la programmazione in tv.
Quest’anno si prospetta un inizio d’estate caliente, se non per il clima che ancora arranca incerto sul da farsi, per i mondiali.
Persino Calderoli, rimasto senza leggi da ardere, dice la sua tanto per tenersi in allenamento con le vaccate, e intanto  il direttorissimo manda in onda in apertura di tigì un servizio sul volo dei nostri eroi azzurri verso il Sudafrica. Lungo, molto lungo pare, per gli standard televisivi.
Il servizio, non il volo.
Chissà se i cassaintegrati dell’Asinara lo guarderanno, il mondiale, e con che animo.
Chissà se gioiranno, se imprecheranno, se criticheranno, se si improvviseranno commissari tecnici come il resto d’Italia.
Chissà se saranno ancora li, alla fine dell’estate, o se si saranno arresi e saranno tornati a casa.
Sempre ammesso che ce l’abbiano ancora, una casa. Che il mutuo, si sa, da solo non si paga.
Dunque, è estate.
Tra qualche giorno, ci scommetto, torneranno in tv Peppone e don Camillo.
Intanto è tornato Totò.
L'altra mattina davano I due colonelli, ci buttavo uno sguardo intanto che ciabattavo per casa.
Mi sono fermata a guardare la scena in cui Totò rifiuta di bombardare il paesino greco evitando così una strage di civili. Un rifiuto che si carica di dignità e voglia di riscatto man mano che va avanti, alimentandosi dell’arroganza e del disprezzo dell’ufficiale tedesco.
E tu che sei li, ferma a guardare, ti ritrovi a tifare per lui, manco fosse il portiere della nazionale che deve parare il rigore della salvezza. Ed è liberatorio come un pallone che entra nella porta avversaria a un minuto dalla fine, quel “Ci si pulisca il culo” urlato contro l’uomo con la carta bianca.
Pulitevici il culo. Non male come nome da affibbiare ad un movimento di disobbedienza civile.
Che poi, a loro, ai nostri colonnelli, nessuno gliel'ha mai data, carta bianca.

5 commenti:

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Beh Berlusconi vuole fare la stessa cosa con la costituzione... Che tanto bianca non è! :D Grande film, e grande post... buondì.

Tyler Durden ha detto...

Don Camillo su rete 4 è il segnale che è cominciata la stagione estiva.. :-)

Aitor ha detto...

Peppone e Don Camillo sono un must.

Speriamo lo diventi pure il "ci si pulisca il culo" come segno di protesta civile..

buona serata.

Dada ha detto...

l'altra sera sentivo Travaglio che diceva una cosa che credo sia condivisibile.
diceva cioè che non è vero che gli italiani hanno il governo che si meritano, perchè siamo infinitamente meglio dei nostri governanti.
è vero però che ci meritiamo tutto ciò che ai nostri governanti permettiamo di fare. buondì, rospo.

@ tyler: io li adoro, quei due li :)

petrolio ha detto...

quasi quasi… abbiamo già pubblicato un nostro articolo (per la circonvallazione che vogliono farci passare sulla testa, in una zona di rilevanza archeologica e paesaggistica) con un water in mezzo al tratto di strada sbancato, tra l'altro il soprannome del personaggio colpevole di tale scempio… non ti dico nemmeno qual è… ma sì à mèrd (in dialetto locale la… bè si capisce). :)))))