giovedì 17 giugno 2010

Le regole dell'attrazione


È che mi piacerebbe capire come funziona la storia.


Se è veramente questione di chimica, di ferormoni, di quadrature astrali, di destino, o se non sia piuttosto una questione di ricettività.

Tipo che ci sono di quei giorni che te ne vai sorridendo incontro al mondo, e gli sorridi anche se il mondo ha questo buffo aspetto di panino del macdonald in cui affondi i denti, una volta, due, tre, con l’appetito e la voracità da ultimo giorno di gozzoviglie prima della carestia, incurante della salsa che ti cola impiastricciandoti bocca e mani, ignorando il pensiero che se non la pianti di ingozzarti così poi ti verrà il mal di stomaco.

Tipo che ce ne sono altri, invece, di totale inappetenza, in cui tu siedi compunta a tavola, inappuntabile col tuo bel tovagliolino sulle ginocchia, mentre pietanze raffinate ti sfilano sotto il naso, e tu ne ammiri l’elegante disposizione nel piatto, ne aspiri il profumo delicato, individui i singoli ingredienti intanto che spilucchi senza vera voglia, e con la mente sei già altrove.

7 commenti:

giardigno65 ha detto...

qualche scienziato bella presenza disponibile ?

petrolio ha detto...

ecco direi che l'ultima ipotesi non mi appartiene per nulla… tranne in un giorno preciso, OGNI mese :) Però tra un panino al mc e un piatto di pasta invece? Mi capita di apparecchiare e di gustare e di pre-gustare! Sono convinta che vedendo mangiare l'altro si capisca TUTTO! appunto ALTROVE!

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Chiedi troppo Dada... Il tuo è un dubbio leggittimo, ma allo stesso tempo difficile da "esplicare"... C'est la vie, e c'è poco da fare.

Dada ha detto...

e se fosse tutto troppo chiaro, "esplicato", manco sarebbe più cosi interessante viversela, la vita :)

pasta, sempre e comunque. pregusto meno da quando ho ingaggiato la mia sfida quotidiana con la bilancia, ma resta sempre lei, la preferita.

Aitor ha detto...

il problema è quando hai voglia di un hamburgher ma sei in una situazione da tovagliolo sulle ginocchia, e quando sei da "gigi lo zozzone" il tuo umore tende a un piatto di riso in bianco.

roba da testate contro il muro.

Dada ha detto...

ecco.
per fortuna che ho la capigliatura folta che attutisce i colpi.

Inneres Auge ha detto...

Siamo animali Dada, per cui alcuni stimoli li percepiamo ed abbiamo anche qualcosa di innato. Però la civilizzazione ci frega. Pensa se rispondessimo solo all'istinto: un maschio salterebbe addosso a decine di donne ogni giorno...