domenica 6 giugno 2010

Enough To Be On Your Way



avevo una casa a due piani un tempo.
e al secondo piano c'era uno studio.
che diventava il mio regno, quando di notte la casa si addormentava e nel silenzio si sentiva solo il ticchettio delle dita che correvano sulla tastiera.
era un periodo di nuove scoperte.
non sapevo, ad esempio, che la musica poteva correre sui fili ...
invisibili attraversando l'italia da un capo all'altro, e giungendo fino a me nei tempi ragionevolmente brevi che la connessione analogica di un modem a 16 kbps permetteva.
ripenso alle notti nello studio della casa a due piani ogni volta che riascolto questa canzone.
a volte si sentiva il rumore del mare.
a volte ero felice.
spesso mi entusiasmavo per le piccole cose.
riuscivo a sorprendermi, financo.


2 commenti:

Dual ha detto...

Ciao passavo di qua e mi sono ritovato nel tuo blog. Un saluto e buona domenica.
Gio'

http://remenberphoto.blogspot.com/

Dada ha detto...

Per il momento è solo un accenno di blog, ci sono su solo da due giorni.
buona domenica anche a te :)
anto.