mercoledì 7 luglio 2010

Il Signor Nessuno.




La notizia è vecchia di più di una settimana, ormai.
Come vecchia è la notizia della morte di Pietro Tarricone.
Massimo rispetto per entrambi, per carità, si però...
Uno è morto per sfizio, lanciandosi col paracadute.
L'altro è morto in ospedale dopo un incidente sul lavoro alla ThyssenKrupp di Terni.
Dell'uno si è parlato perfino al tiggì.
Sull'altro, silenzio di tomba.
Si, lo so, Leonardo Ippoliti non era famoso, è dovuto morire perchè qualche blogger si occupasse di lui.
Però aveva un bel sorriso, e doveva essere un compagnone, almeno a giudicare dalle foto che i suoi colleghi hanno mandato su youtube.
Loro, i colleghi, pare non abbiano nemmeno potuto partecipare al suo funerale.
Azienda e sindacati hanno deciso che la fabbrica non poteva fermarsi, nemmeno per un turno, nemmeno per dare l'ultimo saluto al signor nessuno.

7 commenti:

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Le morti silenti... Le peggiori. Riposi in pace... Pace che i bastardi che non hanno fermato la baracca spero non trovino mai.

petrolio ha detto...

e continuano… io avrei avuto il buon gusto di fare almeno un passettino indietro, e invece no. Malissimo, sempre peggio! :(

Aitor ha detto...

E il brutto che oltre il danno questo ragazzo rischia anche la beffa. Per il processo Thyssen di Torino la difesa ha avuto il coraggio di dire che gli operai non notarono subito l'incendio motivo per cui non sono state eseguite le corrette procedure e non a causa del malfunzionamento dell'impianto di soccorso (in pratica colpa degli operai), esposizione della difesa del 30 giugno scorso.

E nessuno ne parla.

Invece per o'guerriero si sono disturbati persino i vari GRASSO e SAVIANO.. i suoi amici di casapound lo hanno omaggiato con degli striscioni al funerale...

Sopporteremo ancora a lungo tutto questo ?

giardigno65 ha detto...

terribile ...

massimo ha detto...

Grazie per avermi presentato uno dei tanti signor nessuno del mondo.

Dada ha detto...

Leonardo ha anche una pagina facebook. è privata, non si può accedere alla sua bacheca.
non so perchè, ma questo particolare mi ha fatto effetto.
mi ha dato l'idea della normalità di una vita che si interrompe lasciando in sospeso tante piccole cose, una mail che non leggerai, il commento a una foto cui non risponderai, un pensiero che non potrai più condividere.

grazie a tutti per i commenti. ci tenevo in modo particolare, che questa storia arrivasse a quante più persone possibili.

Tyler Durden ha detto...

per me questa è la notizia della settimana. e non scherzo.